Inbound marketing: definizione e caratteristiche

inbound marketing

L’inbound marketing è una strategia olistica utilizzata per coinvolgere e convertire i visitatori in clienti tramite informazioni e contenuti rilevanti e non interruttivi.

Cos’è l’inbound marketing

L’inbound marketing è un termine utilizzato per la prima volta nel 2005 ed è stato utilizzato per definire un metodo caratterizzato da una serie di attività basate sulla creazione di contenuti web di qualità. L’obiettivo è attrarre utenti verso la propria azienda, prodotto o servizio.

La metodologia inbound consiste nell’insieme di processi tramite cui un utente si trasforma in un cliente e, successivamente, in un promotore del brand o business.

Il metodo migliore per attirare potenziali clienti, senza che le strategie siano interruptive, è permettergli di conoscere e apprezzare le attività offrendo contenuti creati appositamente per loro.

Gli utenti devono rispondere a domande che soddisfano alcuni dei loro bisogni reali, così da risolvere alcune delle loro problematiche quotidiane.

Riassumendo, inbound marketing significa prima di tutto creare e distribuire contenuti di valori, rivolti a un pubblico definito.

I contenuti, dunque, sono il principale strumento di promozione.

L’Inbound Marketing non è solamente un mezzo col quale fare promozione, ma una vera e propria metodologia che copre l’intero ciclo di vita del processo d’acquisto.

La metodologia dell’inbound marketing

La metodologia inbound pone al centro il contenuto, poiché come detto è l’unico strumento che permette di attrarre l’audience di riferimento.

Per ciascuno stage del funnel inbound si rende necessaria la creazione di specifici set di contenuti perfettamente calibrati sulla fase specifica in cui si trova l’utente.

Oltre ai contenuti, chiaramente, è centrare la call to action che si mostra sempre come uno degli elementi essenziali per una strategia di successo.

Le 4 fasi della strategia

La strategia dell’inbound funnel è caratterizzata da 4 differenti passaggi.

Si parla infatti di:

  • attract o attirare: i processi di attrazione sono determinati dalla creazione di contenuti direttamente pensati per i bisogni e gli interessi del mercato. Questi vengono distribuiti in canali appositamente studiati e pensati per le richieste dei potenziali clienti;
  • convert o convertire: non appena l’utente diviene visitatore del sito, o di un’altra piattaforma web di un brand o business, l’obiettivo di conversione va portato avanti per trasformare l’utente in un lead, ottenendo informazioni specifiche. Anche in questo caso i contenuti hanno un ruolo di primo piano;
  • close o chiedere: in questo stage si trasforma il lead in un cliente acquisito. Una volta avvenuta la conversione, i brand attivano processi volti alla creazione di una relazione basata sulla fiducia e autorevolezza;
  • delight o deliziare: in ultimo si dimostra fondamentale non dimenticare i clienti e le conversioni, rendendo poi i clienti veri e propri promotori dell’azienda.

Contattaci per una consulenza gratuita.